I bandi e i finanziamenti da non farsi scappare per la propria startup

20 Ott. 2018
I bandi e i finanziamenti interessanti per la propria startup

Tra le possibilità da tenere in considerazione quando si vuole far crescere la propria startup c’è quella di puntare a finanziamenti e bandi che possano portare nuove risorse da impiegare nel progetto. In questo mondo però è facile perdere le occasioni giuste: per questo motivo è utile segnarsi alcune delle opportunità che startup e pmi innovative non devono lasciarsi sfuggire.

Tra i contributi a fondo perduto, ossia quelli per cui non è richiesta la restituzione del finanziamento, rientrano quelli europei. Esiste un portale realizzato dall’Ue a cui è possibile registrarsi e monitorare costantemente i bandi aperti, suddivisi nei diversi settori specifici in cui l’Unione europea mette a disposizione le proprie risorse. E attraverso questi è anche possibile presentare il proprio progetto in modo tale che venga valutato. Uno dei più conosciuti rimane Horizon2020, un bando indirizzato alle startup o imprese che si occupano di sviluppo nel campo scientifico, aperto ormai dal 2014 e attivo fino al 2020 con un budget complessivo attorno agli 80 miliardi di euro. Della stessa durata c’è anche il Cosme, pensato in maniera specifica per migliorare la competitività delle piccole e medie imprese e che mette a disposizione globalmente fino a quasi 2,5 miliardi di euro. Esistono poi dei portali specifici specializzati nel monitorare tutti i bandi europei e che dopo l’iscrizione, e in alcuni casi il pagamento per avere dei servizi premium, danno la possibilità di presentare la propria candidatura anche con la consulenza di un esperto.

 

A livello italiano è stato confermato anche per tutto il 2018 lo Smart and Start dedicato alle startup innovative sul territorio nazionale che intendono portare avanti progetti nell’ambito dello sviluppo tecnologico o dell’economia digitale. Possono essere ricoperte spese tra i 100 mila euro e i 2,5 milioni di euro che riguardano sia gli investimenti (macchinari, software, brevetti o marketing) che i costi di gestione ( stipendi dei dipendenti, quote di ammortamento o affitti). In particolare le imprese o le startup possono avere accesso a un finanziamento agevolato senza interesse fino al 70% dei costi da coprire. La percentuale sale all’80 nel caso la società sia costituita da sole donne o giovani under 35. La stesso trattamento lo avranno anche le imprese che impiegheranno un dottore di ricerca che svolge il suo lavoro stabilmente all’estero: uno strumento per favorire anche il coinvolgimento dei cosiddetti cervelli in fuga. Altra iniziativa messa a disposizione dal Mise è il fondo di garanzia destinato alle startup innovative. In questo caso lo Stato si fa garante fino all’80% del prestito che l’impresa ha ottenuto con la banca per una cifra massima di 2,5 milioni di euro. Per poter ottenerlo bisogna portare in avanti in parallelo sia la richiesta di finanziamento da parte dell’Istituto di credito che quella da fare direttamente al ministero.

Top Advices

COME STA CAMBIANDO IL MONDO DEL LAVORO TRA NUOVE COMPETENZE E TECNOLOGIE

Esiste poi il mondo dei finanziamenti a fondo perduto gestiti direttamente dalle singole regioni. Le opzioni per rimanere sempre aggiornati su queste opportunità vanno dalla consultazione dei bandi messi a disposizione sui siti delle Regioni stesse oppure il ricorso a portali che fanno da aggregatori per queste occasioni. Un sito utile a questo scopo è finanziamentistartup.eu, dove su una mappa sono visualizzabili tutti i bandi disponibili in tutt’Italia.

Ai più giovani tra i 18 e i 29 anni che rientrano nella categoria Neet e che sono iscritti al servizio di Garanzia Giovani è invece riservat SELFIEemployment, una misura che premia le iniziative imprenditoriali di piccole dimensioni attraverso la concessione di finanziamenti agevolati di diversa entità, a seconda dell’investimento previsto all’interno del business plan che gli aspiranti imprenditori e startupper devono realizzare.

Tags
finanziamento start up
Bandi e finanziamenti
bandi per startup