Acquisti in rete, le startup alla prova dell’ecommerce.

16 Nov. 2018
Le startup e l’ecommerce, la sfida degli acquisti in rete.

Il business plan di una startup molto probabilmente prevede che i prodotti realizzati siano anche acquistabili in rete. Per lanciarsi nella sfida dell’ecommerce però ogni startup deve affrontare una serie di passaggi fondamentali in modo da massimizzare la possibilità di acquisti online da parte dei suoi clienti.

Il primo step è fare un’analisi preliminare di quello che verrà proposto sul mercato e di quale pubblico potrebbe essere interessato ad acquistarlo. Capire lo spazio che si può avere online e crearsi una propria nicchia di potenziali interessati sono gli elementi necessari per poi decidere le strategie da adottare per spingere gli acquisti in rete. Legato a questo tema c’è chiaramente la decisione del prezzo a cui vendere il prodotto in questione, anche in base al comportamento dei propri diretti concorrenti sul mercato.

1. L’importanza del sito

Il discorso successivamente si deve focalizzare sulla realizzazione di un sito che sia un vero biglietto da visita per promuovere il proprio prodotto. Dato che si tratta della vetrina con cui si mostra all’esterno ciò che la startup ha realizzato è consigliabile affidarsi a dei professionisti per la realizzazione del portale in modo che abbia il miglior aspetto, ma allo stesso tempo la migliore funzionalità possibile. A proposito del ricorso a esperti del settore è utile anche affidare la gestione della visibilità del sito a chi sa come maneggiare il lato Seo, in modo da farlo comparire sempre in alto nelle ricerche fatte dagli utenti e godere così di un maggior traffico.

2. Marketing e social

A tutto questo è collegato anche l’aspetto del marketing e della pubblicità da fare per il proprio portale online. La presenza e l’attività sui social è ormai un elemento imprescindibile per poter entrare in contatto con persone che possono poi rivelarsi interessate al prodotto e trasformarsi in un secondo momento in potenziali clienti. Ma c’è anche tutto il discorso relativo al content marketing, l’offerta di contenuti di qualità che sono proposti all’utente per farlo interessare alle attività della startup e per accrescere la brand awareness. Altro elemento da prendere in considerazione è la possibilità data allo stesso utente di poter avere un contatto diretto con la startup nel caso abbia domande da porre. Una delle soluzioni migliori è quella di avere dei chatbot che permettano comunque un primo contatto iniziale, fornendo però anche un’assistenza diretta in alcune fasce orarie.

Top Advices

COME STA CAMBIANDO IL MONDO DEL LAVORO TRA NUOVE COMPETENZE E TECNOLOGIE

3. Pagamenti e logistica

Ma se finora si è discusso di come attirare l’utente e cercare di farlo diventare un cliente, non bisogna però dimenticare tutto quello che arriva dopo la decisione di acquistare il prodotto. Da una parte la startup deve stabilire il sistema di pagamento che viene richiesto. Nella maggior parte dei casi si parla comunque di uso di carte di credito o di Paypal, mentre il bonifico ricopre un ruolo marginale. Importante è poi pensare alle possibili forme di pagamento da mobile dato che gli acquisti in rete vengono sempre più realizzati attraverso il proprio smartphone. Dopodichè va affrontato anche il discorso logistico relativo alla consegna del prodotto al cliente. Da una parte è bene fare affidamento su un software per la gestione delle spedizioni che sia in costante contatto con il sito da cui provengono gli ordini di acquisto. D’altro canto bisogna poi scegliere un servizio di consegna affidabile, ricordando che l’esperienza di acquisto si conclude non dopo il pagamento online ma quando invece il cliente ha ricevuto il prodotto a casa.

4. Le statistiche

Ultimo elemento fondamentale è sempre quello degli analytics, ossia l’insieme degli strumenti indispensabili per poter tenere sempre sotto controllo i dati relativi alle proprie attività. In questo modo si può capire se il sito ha successo o se in caso contrario ci sia qualche elemento da migliorare per renderlo più appetibile agli occhi dell’utente.

Tags
acquisti online