6 startup italiane che hanno avuto successo nel 2018

10 Ott. 2018
Le startup italiane di successo nel 2018

Il mondo delle startup è fatto di migliaia di progetti che partono e altrettanti che si interrompono dopo poco tempo. Ma ci sono anche delle startup innovative che si mettono in mostra per loro capacità di andare a coprire fette di mercato che non sono ancora state esplorate oppure a eccellere in altre che invece sono già densamente occupate. Andiamo a scoprire quali sono le startup italiane più interessanti e di successo di quest’anno.

Brave Potions è nata nel 2015 e in questi ultimi anni ha provato a trovare una soluzione a una delle paure più ricorrenti tra i bambini, ossia quella che riguarda visite mediche o dal dentista. L’obiettivo dell’applicazione Superpoteri è proprio quella di aiutare i più piccoli durante l’attesa a distrarsi trasformandosi in personaggi di fantasia che affrontano un percorso medico simile a quello del bambino. Ma la trasformazione continuerà anche durante la visita in cui i dottori e i dentisti mascherano i loro strumenti con delle cover legate al mondo fantastico scelto dai piccoli, in modo da metterli a loro agio. Al termine di tutto, il medico regalerà poi una carta con i superpoteri sbloccati dal bambino che potrà continuare a giocare con l’app anche una volta ritornato a casa.

Finora con lo smartphone si poteva prenotare un po’ tutto: una camera su Airbnb, un corsa su Uber o un tavolo con The Fork. Mancava la possibilità di prenotare il proprio lettino sulla spiaggia: a questo hanno pensato due ex ingegneri di Microsoft quando hanno deciso di lanciare Coco. Dopo essersi registrati al servizio, si può accedere all’applicazione e visualizzare su una mappa piuttosto intuitiva quegli stabilimenti sparsi dal Nord al Sud Italia in cui è possibile riservare online il proprio posto in spiaggia, consultando anche tutti i servizi che sono offerti. E quando si è scelto fila e posto dello sdraio, per completare l’operazione si paga direttamente via smartphone tramite Paypal o carta di credito.

Nel campo delle biotecnologie a livello italiano una delle startup con maggiore successo è Genenta Science che si occupa di terapia genica per combattere i tumori. Fondata dall’Ospedale San Raffaele di Milano nel 2014, negli ultimi mesi del 2017 è riuscita ad aggiudicarsi un round di finanziamenti da 7 milioni di euro che sommandosi a quelli raccolti già negli anni precedenti ha portato la cifra totale a 17 milioni.

Nata a Roma nel 2015, Moovenda si sta però espandendo rapidamente in tutt’Italia grazie all’idea di puntare sulle eccellenze gastronomiche del nostro paese. Si tratta infatti di una startup che si occupa di food delivery di cibo di qualità grazie alla partnership con oltre 700 ristoranti e che permette una consegna rapida e puntuale grazie a un efficiente sistema di gestione della logistica. Anche per questo, a inizio 2018, è riuscita a chiudere un round di finanziamenti da un milione di euro.

 

Top Advices

COME STA CAMBIANDO IL MONDO DEL LAVORO TRA NUOVE COMPETENZE E TECNOLOGIE

Un altro importante risultato è riuscito ad ottenerlo Supermercato24, con 13 milioni di finanziamenti racimolati nell’ultimo round di giugno. Creata alla fine del 2014, la startup che si occupa di mettere in contatto persone che hanno bisogno di fare acquisti al market con dei personal shopper si è ormai espansa in tutt’Italia. In ogni giorno della settimana, dalle 9 alle 20, i clienti possono rivolgersi al servizio per ordinare una spesa in un supermercato di fiducia che verrà poi consegnata a casa all’ora concordata da un fattorino che ha acquistato la merce.

Per non perdere mai di vista i propri risparmi si può utilizzare invece Oval Money: si tratta di un servizio che collegato a conti e carte di credito permette non soltanto di monitorare costantemente le proprie spese, ma anche di andare a mettere da parte una somma fissa all’interno di un salvadanaio digitale, anche in base alle proprie abitudini di spesa. L’app è stata lanciata nell’aprile 2017, ma la startup ha già raccolto quasi 3 milioni di finanziamenti.

Tags
avviare startup
startup innovativa
startup di successo