Social sharing: ecco il momento migliore per condividere i post

14 Ott. 2018
 Condividere i post col Social sharing

Per poter diffondere le attività della propria azienda o startup i social network non sono soltanto diventati importanti, ma anche indispensabili. Allo stesso tempo però non si può pensare che sia sufficiente condividere post senza un precisa strategia, nella speranza di ottenere il numero più alto di interazioni e condivisioni possibili.

Al di là della conoscenza delle nozioni di base e delle specificità di ogni social network, bisogna tenere a mente il momento in cui una condivisione è più efficace su una piattaforma rispetto a un’altra. Una strategia di social media marketing di successo non può fare a meno di questi accorgimenti. Come non si può nemmeno tralasciare l’analisi di quelli che sono gli andamenti attuali dell’attività sui social. Consultare i propri Facebook Insights, Twitter Analytics e Instagram Insights è il primo passo per poter capire i risultati che si stanno ottenendo e delineare le modifiche che vanno fatte alla propria strategia.

In aiuto può venire una meta-analisi realizzata da CoSchedule che prende in esame diverse ricerche sul momento più propizio per postare contenuti sui diversi social, traendo interessanti conclusioni. Parlando di Facebook la fascia oraria migliore in settimana è quella che va dalle 13 alle 16 nei giorni di giovedì e venerdì, mentre per il mercoledì è consigliabile farlo alle 15. Di sabato e domenica invece gli orari migliori sono 12-13. A livello generale invece le 13 è l’orario in cui statisticamente si ottengono il maggior numero di condivisioni, mentre alle 15 si ha il record di interazioni. Altro orario buono è quello intorno alle 9, mentre da evitare sono le fasce precedenti alle 8 o successive alle 20, in particolar modo durante i weekend.

Più variegata è l’analisi da fare quando si utilizza Twitter. Innanzitutto emerge una differenza nel caso la comunicazione sia di tipo B2B, favorita durante i giorni feriali, o B2C che ottiene risultati migliori nel weekend invece. Se parliamo comunque dei giorni feriali le fasce orarie migliori sono quelle dalle 12 alle 15 con un picco successivo anche alle 17. In particolare sembra poi molto efficace l’ora dalle 17 alle 18 del mercoledì. L’unica vera costante che si registra con Facebook è la scarsa utilità di twittare la sera o al mattina prima delle 9.

Ancora differente la situazione quando si parla di Instagram: al contrario di quanto visto finora un orario molto prolifico è quello che va dalle 8 alle 9 di mattina, in particolare il lunedì. Segno che il social è molto utilizzato dalle persone prima di iniziare la giornata lavorativa. Ma in generale, escludendo il periodo tra le 3 e le 4 di pomeriggio, sembra che su Instagram il successo dei proprio post sia abbastanza costante. Interessante notare che i video vanno molto bene di sera tanto che raggiungono il picco di interazioni intorno alle 21. Un dato che fa capire quanto condividere contenuti al di fuori dell’orario lavorativo abbia comunque un buon risultato garantito.

Top Advices

COME STA CAMBIANDO IL MONDO DEL LAVORO TRA NUOVE COMPETENZE E TECNOLOGIE

Anche se ha funzionalità e obiettivi del tutto differenti, anche LinkedIn ha degli orari di pubblicazione preferibili nelle fasce pre e post lavoro. Secondo le analisi, sembra che tra le 7 e le 8 di mattina i post abbiano più successo perché gli utenti del network utilizzato prevalentemente per scopi lavorativi lo aprono molto spesso prima di iniziare le proprie attività quotidiane. Va anche molto bene il periodo tra le 17 e le 18, soprattutto per quello che riguarda i giorni centrali della settimana. Da evitare accuratamente invece i post tra le 22 e le 6 di mattina.  

Tags
modello di business sociale
social network
social media marketing