Come presentare al meglio il proprio curriculum vitae

12 Dic. 2018
Curriculum vitae, come presentarlo al meglio

 

Quando si va alla ricerca di un nuovo lavoro al termine di una precedente esperienza non si deve essere solamente informati sui profili maggiormente richiesti dalle aziende (https://www.businessadvisor.it/notizie/economia/cerco-lavoro-quali-sono-i-profili-e-le-competenze-piu-richiesti-dalle-aziende).

 

È anche indispensabile sapere come realizzare un curriculum vitae che sia il più efficace possibile e permetta di valorizzare le proprie competenze, riuscendo però a emergere dalla massa. A prescindere dal fatto che venga richiesto un curriculum vitae in formato europeo o meno esistono dei consigli di carattere generale che è bene seguire in ogni circostanza.

1.Attenzione alla lunghezza

Uno degli errori più comuni da evitare è realizzare un curriculum eccessivamente lungo. Questo succede soprattutto quando a prendere il sopravvento è il desiderio di mostrare di aver fatto tante esperienze nella propria vita. Ma paradossalmente il risultato che si può ottenere è proprio quello opposto: chi si occupa di selezionare i curriculum rischierà di non prestare abbastanza attenzione a quelle esperienze o competenze davvero interessanti perché sommerse da pagine e pagine di informazioni. Il consiglio è quindi quello di rimanere su una lunghezza di massimo tre pagine. Un accorgimento molto utile è adattare il curriculum alle singole posizioni a cui ci si sta candidando, in modo da far risaltare gli aspetti più coerenti e interessanti con i lavori per i quale ci si fa avanti.

 

2. L’uso della formattazione

Chiarezza e ordine sono fondamentali, ma questo non significa dover necessariamente realizzare un curriculum vitae totalmente uniforme dall’inizio alla fine. Si può utilizzare la formattazione come tecnica per attirare l’attenzione su alcuni punti specifici attraverso l’uso del grassetto. Ma non bisogna neanche cadere nella trappola di voler evidenziare ogni cosa, abusando del carattere bold. Altro elemento da tenere sempre a mente è l’utilizzo di un font tradizionale e una dimensione del carattere che renda la lettura scorrevole.

3. La foto

Un aspetto spesso trascurato quando si realizza un curriculum è quello della foto. Anche se non è esplicitamente richiesto, inserire l’immagine del proprio  volto è un ottimo modo per permettere di collegare tutta l’esperienza e le capacità descritte a una persona reale: ponendosi dalla parte di un selezionatore, questo accorgimento rende il candidato molto meno anonimo e più facile da ricordare.

Top Advices

COME STA CAMBIANDO IL MONDO DEL LAVORO TRA NUOVE COMPETENZE E TECNOLOGIE

4.Contatti social

Ogni curriculum inizia con la parte relativa alle generalità e ai contatti. Siamo portati a considerare tali solamente il nostro numero di cellulare e la mail, ma in realtà può rivelarsi una mossa vincente anche l’indicazione dei propri account sui social per quelle posizioni lavorative legate al mondo digitale e della comunicazione aziendale. Mostrare come si è in grado di gestire la propria presenza online può essere un ottimo biglietto da visita.

Quello che rimane più impresso nella lettura di un curriculum vitae sono la parte iniziale (che comprende informazioni sulla persona e le esperienze lavorativa più recenti) e quella finale, dove trovano spazio le capacità, le competenze e gli interessi del candidato. Questa sezione va considerata con cura e arricchita con spunti interessanti, anche perché è l’unica dove si può dare spazio a informazioni meno oggettive, ma più personali Non bisogna però cadere nella tentazione di mentire su skill che in realtà non si possiedono.

Un’ultima carta che è possibile giocarsi non rientra in realtà all’interno del curriculum, ma è piuttosto un suo allegato. Si tratta della lettera motivazionale che spesso è anche richiesta per candidarsi a una posizione. Anche se non è obbligatoria può però essere una buona idea produrla e inviarla per dare risalto non agli stessi contenuti già inseriti all’interno del curriculum, ma bensì a quegli aspetti più personali, in modo da arricchire le informazioni che vengono fornite a chi si occuperà di selezionare i profili più adeguati.

 

Tags
curriculum