L’utilizzo dei sistemi IoT per ottimizzare l’uso delle risorse in azienda: tre casi di successo

20 Ago. 2018
sistemi IoT per ottimizzare l’uso delle risorse in azienda


L’Internet delle cose sta cambiando il modo in cui le imprese di tutti i settori programmano l’attività quotidiana: in cambio di investimenti per l’introduzione delle nuove tecnologie, dai dispositivi connessi ai sensori di raccolta dati, garantisce risparmi consistenti in tutte aree aziendali. Ecco tre esempi di ottimizzazione delle risorse guidati dall’IoT da cui lasciarsi ispirare.

Ottimizzare le performance e ridurre i costi della manutenzione
La manutenzione predittiva è una delle applicazioni più efficienti e tangibili dell’IoT. Sensori ad alta tecnologia montati su macchinari, linee di produzione e attrezzature inviano dati a una centrale di elaborazione, che analizza i dati in streaming per valutarne lo stato di salute. Le tecniche di apprendimento automatico vengono poi utilizzate per riconoscere i segnali di avvertimento ed effettuare la manutenzione delle apparecchiature prima che si verifichino guasti. Programmando in modo proattivo e strategico la manutenzione quando le risorse non sono in uso, l’IoT aumenta l’efficienza degli stabilimenti e evita tempi di inattività non pianificati. Gli algoritmi di apprendimento automatico che acquisiscono e analizzano i dati ottimizzano i processi e apportano modifiche che migliorano la qualità del prodotto e aumentano la soddisfazione del cliente.

Tagliare i costi del carburante (e le emissioni di CO2)
Il settore dei trasporti e della logistica è uno dei più coinvolti nello sviluppo delle tecnologie IoT, con progetti volti a rendere i mezzi di trasporto (e le strade su cui viaggiano) più efficienti e sicuri. Da una collaborazione tra l’azienda tedesca Daimler Trucks Mercedes-Benz, è nato il primo mezzo pesante a guida automatica, in cui l’autista è sì in cabina, ma può girare il sedile di 45 gradi e svolgere altre attività con il tablet di bordo: completare pratiche amministrative, organizzare la sosta o lo scarico, telefonare. Daimler Trucks sta ora sviluppando un nuovo progetto pilota che applica la guida automatica a più veicoli contemporaneamente, creando catene di mezzi pesanti che navigano nel traffico in colonna, a distanza di 15 metri l’uno dall’altro, affrontando con disinvoltura anche situazioni eccezionali, come un veicolo in panne sulla corsia d’emergenza, il rientro sulla corsia di una macchina in sorpasso tra i convogli o il passaggio di un automezzo di soccorso tra le due corsie. I primi risultati mostrano una diminuzione significativa del carburante consumato (7% in meno), un taglio nel volume delle emissioni nocive e una riduzione del 50% dello spazio occupato dai mezzi pesanti nel traffico.

Ottimizzare i consumi di energetici e promuovere la sostenibilità
Il produttore di elettrodomestici Whirlpool ha stabilito di ridurre a zero i rifiuti che le sue fabbriche inviano alle discariche entro il 2022. L'obiettivo dell'azienda di arrivare al 100% di riciclo verrà monitorato attraverso una piattaforma, collegata alle tecnologie IoT utilizzate, che analizzerà i dati provenienti da tutti gli stabilimenti a livello mondiale sulla quantità di rifiuti generati. Whirlpool si è dotata anche di sistemi IoT che si coordinano con i dati delle condizioni meteorologiche per regolare l’illuminazione e la ventilazione naturale degli edifici e che tracciano l’uso di energia e acqua, per verificare le prestazioni di sostenibilità degli impianti in tutto il mondo. Grazie all’introduzione di questi sistemi, l’azienda prevede, entro il 2020, di ridurre il consumo d’acqua e di elettricità del 15% (rispetto al 2014). Anche le aziende più piccole possono beneficiare dei risparmi energetici garantiti dall’Internet delle cose, ad esempio con sensori e sistemi di regolazione a distanza della temperatura e delle luci. ​​​​​​​

Top Advices

COME LA RIVOLUZIONE DIGITALE CAMBIA IL MONDO DEL MARKETING E DELLE VENDITE
Tags
internet of things
internet delle cose