L'uso dei software per tracciare gli asset aziendali

11 Feb. 2019
I software per il tracciamento gli asset aziendali

In un contesto di fabbriche sempre più connesse e dotate delle tecnologie abilitanti per l’Industria 4.0, diventa fondamentale da parte delle aziende l’utilizzo di software che permettano di mantenere sempre sotto controllo tutti gli asset aziendali.

Queste soluzioni sono conosciute come Enterprise Asset Management (EAM) e permettono il monitoraggio e la gestione del ciclo di vita di tutte le strutture fisiche presenti all’interno delle stesse imprese. Per fare questo è necessaria l’integrazione tra le principali innovazioni che stanno entrando nelle aziende negli ultimi anni, in particolar modo dell’Internet of Things e della Data Analytics. Proprio l’analisi dei Big Data è il fulcro fondamentale dell’attività di un EAM.

L’uso di questi software

Una delle applicazioni più comuni di questi software è legata alla manutenzione e alla riparazione dei macchinari utilizzati prima che questi si deteriorino ulteriormente o smettano del tutto di funzionare. In questo modo si abbattono i costi di eventuali interventi successivi e si evita anche che le macchine rimangano a lungo ferme per la loro nuova messa a punto. Secondo dei dati citati in una ricerca Ibm sul tema, le aziende che hanno già adottato degli Enterprise Asset Management hanno migliorato di quasi il 30% la produttività dei propri asset, ridotto del 20% la loro inattività e risparmiato quasi il 20% per i costi di nuovi materiali. Un altro impiego fondamentale è nella gestione del magazzino e delle scorte per tenere sempre sotto controllo le merci ancora disponibili e gestire al meglio il rifornimento. Senza poi dimenticare il ramo della supply chain che sta subendo una forte trasformazione dettata dalle tecnologie digitali, tanto da far parlare di supply chain 4.0 Ma sarebbe sbagliato pensare che l’utilizzo di questi software si applichi solamente a macchinari e strumenti tecnologici. Nella definizione di asset rientrano a pieno titolo anche tutte le risorse umane: questo significa che le soluzioni di Enterprise Asset Management vengono impiegate anche per l’ottimizzazione nella gestione del personale, il controllo delle visite mediche e dei corsi di formazione.

Il servizio di Ibm

Un esempio di soluzione di Enterprise Asset Management è il software IBM Maximo che integra tutte le funzioni descritte in precedenza, riuscendo a unire in un unico servizio la capacità di organizzazione delle risorse aziendali come anche la supervisione per quello che riguarda il controllo e l’acquisizione dei dati. Il focus principale rimane sempre quello legato al monitoraggio degli asset con l’obiettivo di indirizzare nel migliore dei modi gli investimenti dell’impresa e ottimizzare ogni genere di intervento legato al corretto funzionamento dei macchinari utilizzati. Il tutto con un ricorso massiccio all’automazione nei processi di controllo, sia a livello di pianificazione di operazioni e acquisti che di gestione del lavoro del personale con l’obiettivo di raggiungere una maggior efficienza complessiva. La soluzione proposta da IBM ha poi il vantaggio di poter fare affidamento sull’intelligenza artificiale Watson messa a punto dall’azienda e su potenti strumenti di analytics che permettono di controllare continuamente lo stato dell’azienda sulla base dell’analisi dei dati che viene realizzata.

Top Advices

COME LA RIVOLUZIONE DIGITALE CAMBIA IL MONDO DEL MARKETING E DELLE VENDITE
Tags
software
software gestionale