Le scadenze fiscali di febbraio 2019

04 Feb. 2019
Agenzia delle entrate, le scadenze fiscali di Febbraio 2019

Come accade ogni mese l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione un calendario dove segnala tutte le scadenze fiscali più importanti. Ecco quelle relative a febbraio.

Dall’1 febbraio fino al 30 aprile 2019 è possibile trasmettere per via telematica la Dichiarazione Iva 2018 anno 2017 in forma autonoma

Il 15 febbraio è il giorno della registrazione per le operazioni in cui è stato emesso scontrino fiscale o ricevuta, sia per i commercianti al minuto che i soggetti della grande distribuzione che già possono adottare la trasmissione telematica dei corrispettivi.

Per i soggetti tenuti a versare l’Iva è anche il giorno dell’emissione e registrazione delle fatture differite relative a beni consegnati o spediti nel mese precedente.

Entro il 18 febbraio gli artigiani e i commercianti iscritti alla gestione separata dell’Inps sono tenuti a pagare i contributi Ivs minimi obbligatori relativi al quarto trimestre 2018. Sempre in tema di contributi, in questa giornata devono versarli anche coloro che hanno collaboratori a progetto o occasionali.

I datori di lavoro sono invece tenuti al versamento del saldo dell’imposta sostitutiva sui redditi derivanti dalle rivalutazioni del trattamento di fine rapporto. Sempre i datori di lavoro privati con oltre 50 dipendenti devono poi versare al Fondo di Tesoreria Inps la quota di TFR maturata nel mese precedente che non deve essere destinata alle forme pensionistiche complementari.

Chi svolge l’attività di intermediazione immobiliare o gestisce un sito di compravendita di case, in questa data deve versare le ritenute sui canoni o corrispettivi incassati nel mese precedente relativamente ai contratti di locazione breve.

Per i contribuenti Iva mensili, il 18 febbraio è la data entro cui versare l’Iva relativa al mese precedente.

Top Advices

COME LA RIVOLUZIONE DIGITALE CAMBIA IL MONDO DEL MARKETING E DELLE VENDITE

Infine i sostituti d’imposta sono tenuti a versare le ritenute alla fonte sui redditi di lavoro dipendente e assimilati, corrisposti nel mese precedente.

Il 25 febbraio i datori di lavoro agricoli devono comunicare le retribuzioni del mese precedente e versare i rispettivi contributi previdenziali per gli impiegati.

Entro l’ultimo giorno del mese, il 28 febbraio, i soggetti che devono pagare l’Iva sono tenuti a comunicare esclusivamente per via telematica le operazioni rilevanti ai fini Iva sia per clienti che fornitori relative al IV trimestre del 2018.

Per coloro che hanno aderito alla rottamazione delle cartelle Bis, scade la quinta rata relativa al debito residuo sui carichi affidati agli agenti della riscossione per i periodo tra l’1 gennaio 2017 e il 30 settembre 2017.

Per i datori di lavoro e i committenti questa è anche la data in cui scade l’obbligo di registrazione e di stampa del Libro Unico del Lavoro relativo al periodo di paga precedente.

Per quanto riguarda invece la aziende industriali, scade oggi il termine per il versamento dei contributi integrativi relativi al primo trimestre dell’anno per il Fondo dirigenti di azienda industriale.

Per le imprese che si occupano di edilizia è poi l’ultimo giorno utile per presentare la domanda per la Cassa Integrazione Ordinaria per eventi oggettivamente non evitabili.

Tags
scadenze
fiscale