La fibra e l’uso delle soluzioni VoIP nella aziende

27 Mar. 2019
La fibra e il VoIP nella aziende

L’accesso alla rete in fibra è una soluzione che risulta quasi indispensabile per tutte quelle aziende che puntano a rimanere al passo con i tempi per quello che riguarda la trasformazione tecnologica e digitale.

Rispetto a una Adsl in cui la velocità di download può raggiungere al massimo i 20 Mbps, la fibra garantisce velocità molto più elevate.

Ma bisogna prestare attenzione al tipo di servizio disponibile: la Ftth, ossia la Fiber to the Home, permette di far arrivare la fibra ottica fino all’edificio toccando anche una velocità massima di 1Gbps. Diverso è il caso della Fttc, ossia a Fiber to the Cabinet, conosciuta anche come soluzione ibrida tra fibra e vecchio cavo in rame. In questo caso la fibra arriva fino a una centralina da cui parte poi il doppino in rame per coprire l’ultimo tratto di strada che separa il cabinet dall’edificio. In questo caso la velocità massima di download può essere tra i 200 e i 100 Mbps, mentre si alza la latenza a 25 ms. Nel caso Ftth questa rimane attorno ai 10 ms.

I vantaggi dei VoIP

La scelta della fibra favorisce poi anche le tecnologie VoIP adottate dalle aziende, ossia quelle soluzione per realizzare chiamate basate sulla rete internet e non su quella telefonica tradizionale. Tra i vantaggi principali delle Voice over IP c’è in primo luogo la riduzione dei costi, in particolare modo per quello che riguarda le chiamate internazionali. Oltre a questo bisogna considerare la portabilità su mobile e la possibilità di avere a disposizione più canali sullo stesso numero, ossia poter ricevere contemporaneamente più chiamate. Questo strumento incrementa poi la produttività aziendale, riducendo al minimo il numero di disservizi, e si integra in maniera perfetta all’interno di un mondo del lavoro sempre più flessibile. Le soluzioni VoIP infatti possono essere utilizzate anche quando il dipendente si trova al di fuori dell’azienda, nell’ottica di uno sviluppo sempre più importante dello smart working.

Tra i principali aspetti che condizionano la scelta dI uno di questi servizi c’è il discorso legato all’utilizzo di una soluzione open source che compete invece con la scelta di pacchetti che offrono il servizio completo. Nel primo caso si deve essere abbastanza esperti del settore per non rischiare di scegliere un servizio non adeguato. A livello aziendale la seconda strada è sicuramente quella preferibile, anche se si deve prestare particolare attenzione alla tipologia di offerta che viene realizzata rispetto alle esigenze dell’impresa e ai suoi costi complessivi. La scelta dell’operatore poi deve essere effettuata tenendo anche in considerazione il grado di supporto tecnico offerto e la possibilità di fare affidamento a personale di riferimento nel momento in cui insorgono problemi nell’utilizzo della tecnologia VoIP.

Top Advices

COME LA RIVOLUZIONE DIGITALE CAMBIA IL MONDO DEL MARKETING E DELLE VENDITE

Rete locale vs cloud

Ma oltre a questo genere di decisioni da prendere, quando si punta su una soluzione di Voice over IP si deve anche considerare la scelta di avere un VoIP basato su rete locale, conosciuto anche con l’espressione On-Premise, oppure sul cloud. Nel primo caso i centralini virtuali, chiamati anche Private Branch Exchange, vengono installati all’interno della Lan, dando la possibilità di controllare direttamente la macchina che ospita il Pbx e offrendo l’interfaccia direttoa con alcuni applicativi come Crm, Erp e database che risiedono all’interno della rete locale.

Dall’altra parte c’è la soluzione che viene spesso ribattezzata anche come centralino in cloud in cui il Pbx viene installato esternamente all’azienda ed è ospitato presso un data center o un hosting provider. In questo caso il centralino si trova in sede remota e comunica con i telefoni VoIP in azienda attraverso la rete internet. Questa seconda soluzione offre una maggior banda per il collegamento ai provider VoIP e favorisce anche l’utilizzo di questi strumenti da parte dei lavoratori che si trovano esternamente all’azienda. Da non sottovalutare anche il fatto che normalmente si ha a disposizione uno specialista esterno all’azienda che si occupa di risolvere i problemi che possono insorgere. Quando si sceglie il centralino in cloud però bisogna fare affidamento su un’ottima connettività. E in particolare modo si deve controllare con attenzione il dato sulla banda minima garantita dall’Internet service provider per poter usufruire al meglio del servizio. Una cosa da tenere a mente è che in caso di mancato funzionamento della connessione i telefoni rimangono scollegati dal Pbx in remoto e risultano così inutilizzabili.

Tags
Fibra