Otto film e documentari da vedere per capire il mondo della finanza e la sua crisi

17 Ago. 2018
Otto film e documentari per capire il mondo della finanza

Inside Job (2010)
“Questa crisi non è stata un incidente, è stata causata da un'industria fuori controllo.” Così inizia Inside Job, il documentario scritto e diretto da Charles Ferguson, una delle fotografie più precise della crisi finanziaria che ha travolto l’economia mondiale nel 2008, con un costo di oltre 20 triliardi di dollari. Premio Oscar nel 2011, il documentario combina ricerche approfondite e interviste a politici, operatori finanziari, giornalisti e professori universitari, per ripercorre le cinque tappe dell'ascesa di un settore corrotto e smascherare le relazioni tossiche che inquinarono rapporti umani e istituzionali.

The Ascent of Money (2009)
I professionisti interessati a immergersi nella storia della finanza dovrebbero mettere questo documentario (tratto dall’omonimo libro) nella lista dei prossimi film da guardare. Niall Ferguson ci accompagna attraverso i secoli, dall'antica città di Babilonia fino alla crisi finanziaria globale del 2008, per scoprire l'evoluzione del denaro, dei mercati obbligazionari, delle assicurazioni, fino alla catastrofe dei mutui subprime. Ne esce una lezione chiave, non solo nel mondo dell’economia e della finanza: tutto quello che succede, non è diverso da quello che è successo in passato e per più di una volta.

Capitalism: A Love Story (2009)
Questo è il film più provocatorio della lista. Realizzato dal contestato regista americano Michael Moore, colpisce duramente Wall Street, dando voce a rappresentanti di quei milioni di americani che hanno perso la casa e il lavoro a causa della crisi finanziaria negli Stati Uniti. Voci e storie che le statistiche non possono trasmettere. L'ideologia del capitalismo del libero mercato sono al banco degli imputati, assieme al potere politico delle istituzioni finanziarie e al sistema normativo americano, che sembra privatizzare i profitti e socializzare le perdite.

Non possiamo dimenticare cinque film che, senza avere pretese documentarie, hanno fissato alcuni tratti del mondo della finanza nell’immaginario collettivo.


Wall Street (1987)
Il film di Oliver Stone è il padre di tutti le pellicole finanziarie. In 125 minuti ipnotizzanti, si parla di come fare molti soldi, e di come farli velocemente. Si parla di insider trading, una pratica diventata reato che attraverso cui si comprano e vendono titoli e azioni  dopo aver avuto accesso a informazioni privilegiate. “L’avidità è giusta, l'avidità funziona!” tuona Michael Douglas nei panni di Gordon Gekko, un’interpretazione che gli ha fatto guadagnare un Oscar. Lo squalo della finanza, privo di alcun freno morale, dispensa consigli come questo al suo discepolo Bud Fox (Charlie Sheen), sollevando domande preoccupanti sui burattinai che muovono le fila del mondo finanziario. Nel 2010, è uscito il sequel, sempre diretto da Oliver Stone, Wall Street - Il denaro non dorme mai.

The Wolf of Wall Street (2013)
Prodotto e diretto da Martin Scorsese, questo film non è solo una delle migliori interpretazioni di Leonardo DiCaprio, ma un’immersione negli eccessi autodistruttivi di Jordan Belfort, “il lupo di Wall Street”, un broker che negli anni Ottanta e Novanta truffò migliaia di clienti con la sua società di intermediazione a Long Island, grazie a inganni e speculazioni al limite dell’illegalità e al trasferimento di ricchezze in paradisi fiscali svizzeri. Spregiudicato e truffaldino, Belfort visse tra festini dell’alta finanza, droghe e lussi sfrenati fino all’arresto con l’accusa di frode e riciclaggio, nell’ambito di un’operazione che voleva arginare la corruzione incontrollata del mondo della finanza americano. Scorsese e DiCaprio lo ritraggono alla perfezione, con scene destinate a rimanere nella storia del cinema finanziario.

Top Advices

COME STA CAMBIANDO IL MONDO DEL LAVORO TRA NUOVE COMPETENZE E TECNOLOGIE

La grande scommessa (2015)
Tratto dal libro di Michael Lewis The Big Short - Il grande scoperto, il film vede Christian Bale, Steve Carell, Ryan Gosling e Brad Pitt nei panni di un gruppo di investitori che intuiscono che i prestiti erogati dalle banche americane per i mutui sulle case smetteranno presto di essere pagati - portando al crollo di tutta l'economia americana con la crisi del 2007-2008. Decidono quindi di scommettere contro la tenuta del mercato immobiliare, acquistando delle assicurazioni (Cds) sul mancato rimborso dei mutui e ricavandone enormi profitti. Il film riesce a spiegare i tecnicismi del mondo della finanza con espedienti che li trasformano in temi comprensibili e mette in luce il comportamento fraudolento delle grandi banche, basato sugli eccessi della speculazione.

Il crollo dei giganti - Too Big to Fail (2011)
Questo thriller politico-finanziario si ispira all'omonimo bestseller del giornalista Andrew Ross Sorkin, reporter del New York Times che svelò i retroscena e gli scandali dietro il fallimento del colosso finanziario Lehman Brothers, durante le drammatiche settimane in cui a Wall Street si decideva il destino dell'economia mondiale.

Tags
film
documentari
finanza
wall street