Non solo banche, i migliori servizi di consulenza finanziaria indipendente

31 Gen. 2019
I migliori servizi di consulenza finanziaria indipendente

Quando si vuole investire i propri risparmi non ci si dovrebbe concentrare solamente su dove indirizzarli per ottenere un buon rendimento commisurato alla propensione al rischio, ma ci si dovrebbe anche focalizzare sulla figura di riferimento che si sceglie per farlo, nel caso non si decida di agire in totale autonomia.

Molte persone si affidano ai consulenti presenti nei propri istituti di credito o a dei promotori finanziari che però spesso si trovano a consigliare maggiormente prodotti legati alla propria banca o rete di vendita in quando da questi dipende una parte della loro remunerazione. In una situazione del genere è facile capire come alcune indicazioni possano non essere così tagliate sulle reali esigenze del cliente. La consulenza finanziaria indipendente è invece del tutto svincolata da queste logiche in quando il consulente non viene spinto a vendere e non guadagna sulla vendita di un determinato prodotto, ma il compenso è pagato dal cliente stesso a cui è offerta la consulenza. Il professionista che opera in questa maniera è così molto più libero di poter consigliare al cliente ciò che davvere gli si addice maggiormente, essendo immune anche da quelli che sono considerabili come conflitti d’interesse.

I migliori in Italia

Ogni anno l’Istituto tedesco di qualità e finanza premia le migliori aziende in Italia in ogni settore, compresi anche i servizi di consulenza indipendente. Per la quarta volta di fila il migliore è stato MoneyFarm, che in quest’occasione è stato premiato anche per aver uno dei più apprezzati sistemi di robo advisor, ossia quelle soluzioni che inseriscono degli elementi di automatizzazione all’interno del processo di consulenza finanziaria. Il cosiddetto modello ibrido è infatti quello che contraddistingue Moneyfarm: da una parte c’è un’analisi digitale del profilo dell’investitore sulla base delle informazioni che offre, dall’altra c’è sempre il consulente in carne ed ossa che lo guida alla scelta della migliore soluzione possibile in base alle sue esigenze.

Tra gli altri servizi di consulenza indipendente premiati c’è anche Consultique, che offre il proprio supporto sia per gli investitori privati e istituzionali che per le aziende, andando a realizzare in via preliminare un’analisi di come finora il patrimonio è stato gestito dalla banca di riferimento a cui la persona o l’impresa si è affidata. Allo stesso modo lavorano anche Copernico e M&G Consulting, rispettivamente la terza e la quarta società di consulenza indipendente premiate nella classifica dell’Istituto tedesco di qualità e finanza. Fin qui si è trattato di una totale conferma dei risultati che erano già stati raggiunti l’anno scorso. L’unica novità è rappresentata da AcomeA che supera il punteggio medio ottenuto dalle altre aziende del settore e viene perciò inserita anch’essa nella classifica, al quinto posto.

Top Advices

COME LA RIVOLUZIONE DIGITALE CAMBIA IL MONDO DEL MARKETING E DELLE VENDITE

Il ruolo della MiFid II

A definire in maniera più chiara i limiti e le normative legate alla consulenza finanziaria è una direttiva europea del 2014, conosciuta anche come MiFid II, recepita in Italia all’inizio del 2018. Uno dei principi cardine è legato al fatto che il cliente deve essere messo al corrente della natura della consulenza stessa, che sia o meno indipendente. Da notare come gli intermediari potranno fornire entrambe le forme di consulenza, con il solo vincolo di doverlo comunicare. Inoltre dovrà anche essere detto se ci sarà una valutazione periodica dell’investimento effettuato. Al consulente viene poi chiesto di offrire una vasta gamma di prodotti sul mercato e gli è impedito di ricevere commissioni o benefici da fornitori o produttori.

Tags
finanza