Da Paypal a Satispay: i migliori servizi per i pagamenti digitali

06 Feb. 2019
Da Paypal a Satispay: i migliori servizi per i pagamenti digitali

Quando si parla di pagamenti digitali il primo nome che viene in mente è PayPal, servizio ideato e lanciato nel lontano 1999 e diventato in vent’anni un colosso per quello che riguarda le transazioni via Internet.

La possibilità di collegare fino a otto carte di credito o il proprio conto corrente al proprio account per effettuare pagamenti rapidi, senza svelare le coordinate bancarie o quelle della carta, è stata la novità che ha reso PayPal il leader a livello globale con oltre 250 milioni di persone che lo usano in tutto il mondo. Paypal dà poi anche la possibilità di scambiare denaro tra amici e parenti, funzionalità offerta anche da molti altri servizi concorrenti. Ma in generale la competizione per emergere nel mondo dei pagamenti digitale è più che mai accesa e ha portato anche grandi aziende a lanciarsi nel settore, seguendo il percorso iniziato da PayPal.

2Checkout

Una delle principali alternative, soprattutto per quello che riguarda i pagamenti a livello internazionale, è 2Checkout. ll servizio offre in alcuni paesi tariffe più basse per chi riceve il denaro e accetta tutte le forme di pagamento via carta di credito, di debito e PayPal. Proprio come PayPal non prevede un costo d’attivazione o un canone mensile.

Skrill

Sulla stessa lunghezza d’onda è anche Skrill che si contraddistingue per la facilità di utilizzo e l’immediatezza del pagamento che viene completato attraverso l’uso dell’indirizzo mail. Il servizio permette anche l’utilizzo di una carta fisica fornita dalla società, sulla quale possono essere facilmente trasferiti i soldi.

Stripe

Tra le alternative a PayPal preferite dalla maggior parte dei siti di ecommerce c’è Stripe che è forse l’unico a livello mondiale in grado di poter insidiare il dominio del servizio di pagamento più famoso. Un difetto per chi riceve i pagamenti è che in media deve aspettare qualche giorno in più per avere a disposizione il denaro della transazione.

Top Advices

COME LA RIVOLUZIONE DIGITALE CAMBIA IL MONDO DEL MARKETING E DELLE VENDITE

Venmo

Acquistata da PayPal nel 2013, Venmo è un’applicazione che permette pagamenti o anche solo transazioni tra amici e parenti, una volta che è stato collegato un conto corrente o una carta di credito. L’aspetto più curioso e innovativo è quello legato alla parte “social” dell’app che rende possibile, ad esempio, commentare e interagire con i micro-pagamenti effettuati dai propri contatti.

Google Pay

È arrivato in Italia solamente da qualche mese il servizio dell’azienda di Mountain View che permette di collegare una carta al proprio account Gmail e rendere molto più rapido il pagamento, anche attraverso la tecnologia Nfc presente nel proprio smartphone, avvicinando il dispositivo alle casse predisposte al pagamento contactless.

Apple Pay

Anche il rivale di Cupertino ha un suo servizio apposito disponibile nel nostro paese da metà 2017 e che permette di utilizzare lo smartphone come strumento per pagare in cassa. Per poter usufruire di Apple Pay bisogna però possedere un dispositivo della Mela.

Satispay

Guardando tra i servizi italiani, uno dei più conosciuti e interessanti è certamente Satispay. Si deve collegare a un conto corrente che diventa la fonte principale del budget disponibile settimanalmente sull’applicazione. Una volta che si hanno a disposizione questi soldi si possono effettuare micropagamenti o scambiare denaro con gli amici iscritti. Ogni lunedì il budget viene riportato alla soglia prestabilita, prelevando con bonifico i soldi dal conto o accreditandoli nel caso di eccedenza.

Tags
paypal