Come Blockchain e Distributed ledger cambieranno il mondo della finanza

21 Gen. 2019
Blockchain e Distributed ledger, le innovazioni nel mondo della finanza

La blockchain è una delle tecnologie più interessanti sviluppate negli ultimi anni, anche per il fatto della sua applicabilità ai settori più disparati che interessano le attività umane. Sicurezza, mondo bancario, controllo sul voto, ma soprattutto gestione delle transazioni in maniera decentralizzata. Proprio per questo la blockchain potrebbe avere un effetto davvero rivoluzionario per quello che riguarda il mondo finanziario.

Quella che viene chiamata in termini più tecnici Distributed Ledger Technology (Dlt) si basa infatti sulla presenza di libri mastri condivisi in cui gli scambi all’interno di una rete, avvenuti sotto forma di transazioni, vengono registrati e mantenuti in modo da essere sempre disponibili. Il tutto in maniera decentralizzata, ossia senza il bisogno di un’autorità che faccia da intermediazione e che faccia da garante per gli scambi.

Applicazioni bancarie

Come si può facilmente immaginare, ad essere molto preoccupate e allo stesso modo interessate all’utilizzo della blockchain sono in particolare le banche che gestiscono milioni di transazioni ogni giorno. Il consorzio internazionale R3 è da tempo al lavoro per mettere a punto una piattaforma proprietaria che sfrutta la tecnologia blockchain. Un gruppo di 14 istituti italiani che ha aderito a R3 ha da poco concluso la prima  fase di test su questa piattaforma Dlt, dal nome Corda, per il progetto Spunta Interbancaria. In sostanza si tratta di una procedura mensile che serve a chiudere le transazioni bilaterali che avvengono tra gli istituti.  Coordinate dal Laboratorio tecnologico dell’Associazione bancaria italiana, le 14 banche sono riuscite a caricare in una rete costituita da altrettanto nodi i dati di 1,2 milioni di transazioni di due mesi precedenti. Ora si entrarà nella seconda fase dei test in cui si andrà a verificare effettivamente il funzionamento del sistema nell’utilizzo più quotidiano. L’obiettivo finale rimane comunque quello di realizzare una piattaforma in cui tutte le transazioni saranno più rapide da portare a termine e rimarranno sempre verificabili, secondo un principio di trasparenza.

Esperimento americano

Ma il consorzio R3 è stato coinvolto anche in un altro test realizzato questa volta dall’azienda americana DTCC, che offre soluzioni a livello di infrastrutture per la finanza e il trading. In particolare quest’ultima ha comunicato di aver portato positivamente a termine un esperimento sulla capacità da parte di una blockchain di reggere il peso delle transazioni di una giornata di trading della Borsa americana. Si parla di qualcosa come oltre 100 milioni di scambi al giorno. Serviranno ancora altri test, ma il risultato può rappresentare una svolta per il mondo delle transazioni finanziarie.

Top Advices

COME LA RIVOLUZIONE DIGITALE CAMBIA IL MONDO DEL MARKETING E DELLE VENDITE

Soluzione per i privati

Ma esistono anche società che mettono a disposizione dei singoli clienti delle tecnologie basate sulla Distributed Ledger per poter offrire loro un servizio molto più rapido e semplice per portare a termine le transazioni finanziarie. Una di queste è Bidipass che ha sviluppato uno sua piattaforma conosciuta come Bidikey, basata proprio su blockchain e chiavi crittografate. La cosa interessante è Bidipass si propone come una forma di passaporto finanziario globale in cui viene garantirà l’identità della persona che potrà così intraprendere i propri affari finanziari, ma anche firmare documenti che hanno valore legale  o avere accesso a servizi per cui serve la registrazione.

Scopri il percorso formativo gratuito sulla Blockchain e le Criptovalute

Tags
finanza